Roberto Assagioli

(1888-1974)

 

Roberto Assagioli è nato a Venezia nel 1888.
Negli anni 1906-1909 ha pubblicato articoli nella Rivista di psicologia Applicata.
In un articolo del 1909, dal titolo La psicologia delle idee forza e la psicagogia, Assagioli pose le premesse teoriche e pratiche di quella che allora chiamò “psicagogia” ed alla quale dette successivamente, nel 1926 il nome di “psicosintesi.”
Nel 1910 si è laureato in Medicina presso l’Università  degli Studi di Firenze, presentando una tesi sulla psicoanalisi, che aveva preparato nell’Ospedale Psichiatrico d Burgholzli di Zurigo, diretto da Bleuler.
Si è poi specializzato in Psichiatria.
Si è dedicato a studi di psicologia e filosofia, ed ha fondato la rivista Psiche, che ha diretto dal 1911 al 1915.
Nel 1911 tenne una relazione al Congresso Internazionale di Filosofia di Bologna sul tema “Il Subcosciente”.
Dopo aver usato diversi metodi di psicoterapia (suggestione, persuasione, psicoanalisi, varie tecniche attive), sviluppò un nuovo metodo di cura, che si propone di integrare il lavoro analitico con un lavoro di sintesi, al fine di una formazione e ricostruzione dell’intera personalità del paziente: dette a questo nuovo metodo il nome di Psicosintesi.

Ma anche se la psicosintesi – similmente alla psicoanalisi – ha preso inizio come metodo di terapia, in seguito ha esteso le sue applicazioni a tutti i campi dello scibile e delle attività umane, ed in particolare l’educazione familiare e scolastica, i rapporti interpersonali e sociali, l’autoformazione e lo sviluppo delle potenzialità umane.
Nel 1926 Assagioli pubblicò l’opuscolo Psichosynthesis, A New Method of Healing, nel quale espose il suo metodo inclusivo e integrale di psicoterapia.
Fondò nel 1926 a Roma l’Istituto di Psicosintesi, che fu attivo fino al 1938.
Nel 1931 Assagioli pubblicò l’’esercizio fondamentale della psicosintesi: Dis-identificazione e Auto-identificazione.
Nel 1956  e 1957 ebbero luogo due Convegni Internazionali di Psicosintesi a Capolona (Arezzo).
Nel 1958 fu costituita in USA la Psychosynthesis Research Foundation, con sede a Greenville, successivamente trasferita a New York.
Nel 1960 ebbe luogo una Settimana Internazionale di Psicosintesi in Svizzera, presso l’Institut Bleu-Leman a Villeneuve.
Nel 1961 Assagioli partecipò al V Congresso Internazionale di Psicoterapia a Vienna con una relazione su Psicosintesi e psicoterapia esistenziale, e fu Presidente di un Simposio sulla Psicosintesi.
Sempre nel 1961 ebbe luogo a Villeneuve la Seconda Settimana Internazionale di psicosintesi.
Nel 1963 Assagioli riaprì a Firenze l’Istituto di Psicosintesi, in Via san Domenico 16, eretto nel 1965 in Ente Morale (Decreto 1721 del 01-08-1965).  L’Istituto è ancora oggi molto attivo e diffuso nel territorio italiano, attraverso i suoi centri.
Nel 1964 Assagioli partecipò al VI Congresso Internazionale di Psicoterapia a Londra, presentando una relazione su Sintesi nella Psicoterapia, e fu Presidente di un Simposio sulla Psicosintesi al Saint Ermin’s Hotel.
Nel 1965 si svolse a Villeneuve la Terza Settimana Internazionale di Psicosintesi.
Nel 1967 Assagioli partecipò a Roma ai lavori della Prima Settimana di Psicosomatica Internazionale con una relazione su Medicina Psicosomatica e Biopsicosintesi.
Nel 1968 si svolse a Roma la Quarta Settimana Internazionale di Psicosintesi, organizzata dal Centro di Psicosintesi di Roma.
Nel 1973 fu costituita a Firenze da un gruppo di allievi di Assagioli la Società Italiana di Psicosintesi Terapeutica, avente come finalità specifica la creazione di una Scuola di Psicoterapia Psicosintetica (per la formazione di medici e psicologi alla professione di psicoterapeuta), che ha poi ottenuto nel 1994 il riconoscimento ufficiale da parte del Governo Italiano ed è stata accreditata per la formazione di psicologi e medici in psicoterapia (Decreto del Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica del 29-09-1994).

Roberto Assagioli è venuto a mancare il 24 Agosto 1974 a Capolona (Arezzo), circondato dall’affetto dei suoi allievi.
Nel 2003, a Capolona, organizzato dal  gruppo Arezzo Psicosintesi e dall’Istituto di Psicosintesi di Firenze, si è svolta una giornata di studi sul tema Roberto Assagioli: l’intelligenza dell’amore, per ricordare Assagioli nei luoghi della sua residenza estiva di Capolona (Villa La Nussa), dove aveva trascorso un lungo periodo della sua vita.
Il 29 Maggio 2005, nel Comune di Capolona, è stata titolata una strada a Roberto Assagioli e scoperta una targa in pietra, visibile sul muro di cinta di Villa La Nussa,  con incisa una sua frase:


“Vi è nella psiche umana
una tendenza fondamentale all’unione,
alla sintesi, che è espressione di un principio universale”